0 0
Raita di cetrioli – India

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Raita di cetrioli – India

Features:
  • Etnica
  • Extra: salute
  • Light
  • Senza glutine
  • Vegetariana
Cuisine:
  • Easy

Directions

Share

Una salsa allo yogurt tipo il notissimo Tzatziki ma senza aglio e con erbe e spezie, da servire con ricette al curry e cibi speziati e piccanti o semplicemente come antipasto.
Importante: se si vuole preparare questa salsa in anticipo, tenere il cetriolo separato a scolare fino all’ultimo minuto perché produce molta acqua e comprometterebbe il risultato.

Ingredienti

  • 500g di yogurt bianco intero
  • 1 cetriolo
  • 1 cucchiaino di semi di cumino
  • 20g di menta (tenetene da parte qualche foglia piccola)
  • 30g di coriandolo
  • sale

 

Procedimento

Tostare in un padellino “a secco” i semi di cumino per un minuto muovendoli continuamente.


Mettere il cumino insieme ad 1/4 dello yogurt in un robot da cucina con la menta, il coriandolo e ½ cucchiaino di sale, quindi frullare fino a che non sia perfettamente liscio.


Togliere i due estremi del cetriolo (sfregare le parti tagliate per qualche secondo – si dice che così facendo si tolga l’amaro… crediamoci, non costa nulla e non si fa alcun danno) e sbucciarlo.
Affettatele sottilmente con il pelapatate, conditele con un pizzico di sale e mettetele per 15′ in un passino a scolare.


In una ciotola unire lo yogurt frullato con le spezie (senza lavare il bicchiere del robot) ed i 3/4 dello yogurt rimanente e mischiate a mano delicatamente finché non è omogeneo e mettere in frigorifero.


Nel robot mettete i nastri di cetriolo ben strizzati e date un paio di colpetti per sminuzzarli. Rimettere questa poltiglia a scolare di nuovo.


Appena prima di servirlo riprendete la ciotola dal frigorifero ed uniteci il cetriolo mescolando ancora delicatamente. Mettete in superficie le foglioline di menta tenute da parte.


Servite (nella fotografia è con del “flatbread al sesamo nero”… accoppiata perfetta).


Nota1: tutta questa “delicatezza” nei confronti dello yogurt è che si “smonta” facilmente riducendo irrimediabilmente questa preparazione ad una bevanda*... quasi ad un latte salato alle erbe.
Nota2: potete usare anche lo yogurt greco, non è tradizionale ma buonissimo, D’altronde questa ricetta per via delle spezie è già MOLTO occidentalizzata!

*Esiste anche questa, si chiama “Tarator soup” ed è bulgara (QUI).

(Visited 425 times, 1 visits today)
previous
Friselle del marinaio con pomodori
next
Crostoni con piselli e stracchino
previous
Friselle del marinaio con pomodori
next
Crostoni con piselli e stracchino