0 0
Tart Tatin salata con patate

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Salva questa ricetta

Effettua il login o registrati per aggiungere questa ricetta alle preferite.

Tart Tatin salata con patate

in origine era fatta con le mele

Caratteristiche:
  • Extra: personaggi
  • Vegetariana
Nazionalità:
  • Facile

Indicazioni

Condividi

Secondo la leggenda la Tart Tatin è un dolce originario di Lamotte-Beuvron (nella regione del Centro): le sorelle Stephanie (1838-1917) e Caroline Tatin (1847-1911) gestivano un ristorante, che esiste ancora sotto il nome di “hôtel-restaurant Tatin”, di fronte alla stazione frequentata da molti cacciatori. Una domenica, mentre preparavano una torta di mele per il pasto di alcuni cacciatori, una delle sorelle dimenticò di porre la pasta brisé al di sotto della torta, lasciando caramellare così le mele nel burro e nello zucchero. Per rimediare all’errore pose dunque la pasta brisée al di sopra del composto ottenuto e poi capovolse il tutto in un piatto. I cacciatori apprezzarono questa torta, che divenne così la “tarte tatin”.
(da Wikipedia, l’enciclopedia libera)

 

 

Ingredienti

  • cavolo siciliano
  • pecorino in scaglie o feta sbriciolata
  • patate
  • aglio
  • peperoncino
  • olio extravergine d’oliva
  • burro
  • sale q.b. (ricordate che sia la feta che il pecorino sono molto sapidi… assaggiateli)

Pasta brisé all’olio extravergine d’oliva*

  • 300g di farina “0”
  • 80g di olio extravergine d’oliva
  • ½ bustina di lievito chimico per salati
  • 2 pizzichi di sale
  • 1 o 2 cucchiai d’acqua (solo se il composto risultasse troppo duro)

 

Preparazione

Lessate le patate con la buccia al dente, sbucciatele e poi ripassatele in padella con il burro in modo che facciano una crosticina dorata.


Cuocete la verdura al vapore e poi ripassatela con aglio, olio e peperoncino


Mettete tutti gli ingredienti della pasta brisé in un robot (tranne i due cucchiai d’acqua che userete solo se la pasta risultasse troppo secca).


Azionare la macchina e farla andare agitandola, sollevandola, shakerandola, in modo che prenda tutti gli ingredienti e fino a quando il composto che si sarà formato risulterà come della sabbia bagnata o meglio ancora se si sarà raccolto in una palla.


Se non si fosse formata, formatela voi, schiacciatela in un disco alto 5/6cm e lasciatela riposare coperta in frigorifero per mezz’ora.


Riprendete la pasta brisé dal frigorifero, infarinate leggermente il piano di lavoro e stendetela allo spessore di 5 mm


 

Assemblaggio

Oliare una teglia da forno possibilmente antiaderente oppure mettete un cucchiaio di pangrattato, distribuitelo e fatelo aderire (come si fa di solito con la farina) ed eliminate l’eccesso.


Posizionate le patate dorate creando uno strato pieno, poi mettete la verdura che avrete tagliato un poco con delle forbici per evitare che la torta salata sia troppo difficile da tagliare e/o mangiare. Mettete delle scaglie di pecorino o sbriciolate quasi tutta la feta.


Se sono avanzate patate o verdura metteteli ora ben distribuiti e sopra coprite con la pasta briseé stesa in modo che sbordi 1cm.


Rimboccate questo eccesso ai lati e cuocete a 180° fino a doratura per 20′ minuti.


Sfornate e subito rivoltate la Tatin e ricomponetela se qualche pezzo rimanesse attaccato alla teglia, distribuite il pecorino o la feta rimasti e servite.


* sicuramente vi avanzerà la pasta briseé: potete surgelarla ed usarla anche per preparazioni dolci.

(Visited 23 times, 1 visits today)
Precedente
Napoleone Tort
Successivo
Mousse di baccalà
Precedente
Napoleone Tort
Successivo
Mousse di baccalà