0 0
Challah alle erbette

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Salva questa ricetta

Effettua il login o registrati per aggiungere questa ricetta alle preferite.

Challah alle erbette

Caratteristiche:
  • Etnica
  • Festività
  • Media

Indicazioni

Condividi

Ingredienti per due challot (2 trecce)

  • 500g di di farina “0”
  • 500g di di farina Manitoba
  • 20g di lievito di birra fresco
  • 450-550cc di acqua tiepida
  • 1 cucchiaio raso di zucchero di canna
  • 100g di erbette fresche miste (maggiorana, timo, menta, erba cipollina)
  • 1 uovo
  • 80ml (1/2 bicchiere) di olio di semi leggero
  • 60g di zucchero di canna
  • scorza di arancia non trattata grattugiata
  • sale 1 cucchiaio raso

per la finitura:

  • 1 uovo diluito con un poco di acqua
  • semi di sesamo o di papavero

 

Procedimento

In una ciotola mettete la farina “0” (precedentemente frullata in un robot con le erbe), la Manitoba, la scorza grattugiata d’arancia e lo zucchero.


Sciogliete nell’acqua leggermente intiepidita il lievito di birra ed il cucchiaio di zucchero ed aggiungetelo al misto con le farine iniziando così ad impastare, unite anche l’olio e di seguito l’uovo sbattuto con una forchetta. Impastate per qualche minuto poi aggiungete il sale. Trasferire l’impasto nella planetaria conio “gancio”  e continuare ad impastare per una decina di minuti (la consistenza dell’impasto deve essere liscia, elastica e morbida della consistenza del lobo dell’orecchio).


Fate una palla, ungete una ciotola e mettetevi la pasta a lievitare coprendola con un coperchio o un panno pulito inumidito e l’ho lasciate lievitare per 2 ore.


Terminato questo tempo, rovesciate l’impasto di nuovo sulla spianatoia, sgonfiatelo con le nocche delle dita, fate qualche piega per dare forza e dividetelo in 6 parti.


Lasciatele riposare qualche minuto poi direttamente sulla teglia coperta di carta forno formate da ogni pallina un cordoncino di circa 30 cm di lunghezza.


Unite tre cordonicini ed intrecciateli sigillandoli molto bene alle estremità riportando l’unione dei 3 capi sotto in modo che non si aprano durante la cottura. Ripetete per le altre 3 palline e coprite con un panno lasciando lievitare le 2 trecce per un’ora. Nel frattempo scaldate il forno a 180°.


Quando le trecce saranno lievitata spennellatele con l’emulsione uovo/acqua sbattuta con una forchetta e cospargete con i semi di sesamo o di papavero.


Infornate e cuocete per i primi 10′ minuti a 180° poi abbassate la temperatura a 160° e proseguite la cottura per altri 30′ minuti circa (un pane è pronto quando bussando con le nocche sul fondo si ha un suono “sordo”).


Lasciate raffreddare completamente avendo posizionato le trecce su un fianco o su una griglia in modo che si asciughino sul fondo prima di affettarlo (conviene fa asciugare per 1 ora).

(Visited 75 times, 1 visits today)
Precedente
Treccia a sei capi con pistacchi
Successivo
Cupcake alle carote e cioccolato
Precedente
Treccia a sei capi con pistacchi
Successivo
Cupcake alle carote e cioccolato