0 0
Namandier (gâteau aux amandes)

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Namandier (gâteau aux amandes)

  • Easy

Directions

Share

Deriva dal “Gâteau de Saint-Jacques”  che ha le sue origini in Spagna (Galizia) chiamata anche  “Tarta de Santiago”, per celebrare Saint-Jacques il 25 luglio.
Nella ricetta tradizionale la Tarta de Santiago è cosparsa di zucchero a velo con un motivo a forma di croce sulla superficie.

 

Ingredienti (per 5-6 persone)

  • 200g di mandorle in polvere
  • 200g 125g di zucchero di canna Demerara
  • 100g di burro
  • 4 uova
  • 1 cucchiaino di cannella (facoltativo)
  • scorza di 1 limone non trattato (facoltativo)
  • 1 pizzico di sale

per decorare

  • zucchero a velo
  • 12 mandorle

 

Preparazione

Preriscaldare il forno a 200°C, tirare fuori le uova dal frigorifero.


Iniziare sciogliendo il burro nel microonde o in un pentolino e lasciar raffreddare.


In una ciotola grande sbattere insieme lo zucchero e le uova con lo sbattitore elettrico finché il composto è spumoso.


Aggiungere il burro fuso a filo e la polvere di mandorle e la cannella ed il limone grattato (se avete deciso di usarli).


Versare nello stampo ed infornare per circa 25′-30′ minuti, monitorando la cottura già a 20′ minuti.


Sfornare e lasciar raffreddare per 10′ minuti prima di sformare e metterei dolce girato su una gratella (se per caso avesse la gobba, una volta sulla gratella mettete un panno pulito piegato più vote ed esercitate una pressione con il palmo aperto per qualche secondo).


Lasciate raffreddare per almeno mezz’ora poi spolverate di zucchero a velo e decorate con le mandorle intere tutt’intorno.

 

 

Una versione DELIZIOSA trovata in rete.

(Visited 551 times, 1 visits today)
previous
Biscottini alle mandorle
next
Bissiole di Chioggia
previous
Biscottini alle mandorle
next
Bissiole di Chioggia