0 0
Torta salata a spirale

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Salva questa ricetta

Effettua il login o registrati per aggiungere questa ricetta alle preferite.

Torta salata a spirale

con la "pasta matta" dell'artusi

Caratteristiche:
  • Vegana
  • Vegetariana

Per fare la pasta
più fragrante
s'è aggiunto un poco d'olio.

  • Media

Indicazioni

Condividi

Si chiama “pasta matta” non perché sia capace di qualche pazzia ma per la semplicità colla quale si presta a far la parte di stival che manca in diversi piatti, come vedrete:
…spegnete farina con acqua e sale in proporzione e formate un pane da potersi tirare a sfoglia col matterello…

Pellegrino Artusi
“La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”

 


Ingredienti per la pasta:

  • 200 grammi di farina integrale
  • 100 ml circa di acqua tiepida
  • sale
  • 3 cucchiai rasi di olio evo
  • 1 pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno:

  • 2 carote
  • 3 zucchine
  • 1 patata
  • senape di Dijon
  • timo
  • olio evo
  • sale

Ingredienti per la crème fraîche vegana:

  • mezza tazza di anacardi crudi
  • un cucchiaino di succo di limone
  • un quarto di tazza di acqua (più l’acqua per l’ammollo)
  • sale

Procedimento per la pasta:

In una grande ciotola mischiare la farina ed il sale con una forchetta

Sempre nella ciotola fare una fontana e incorporare un po’ per volta l’acqua tiepida e l’olio. Si deve ottenere un impasto elastico e morbido che non attacchi alle dita.

Impastare bene, rivoltatelo sul piano di lavoro e lavoratelo un poco poi raccoglietelo in un disco alto circa 4 cm e riponetelo in frigorifero coperto da pellicolare circa 30 minuti.


Procedimento per la “crème fraîche vegana”:

Ammollate gli anacardi in acqua tiepida per una notte intera; nel contenitore del mixer versare gli anacardi scolati, il succo di limone, il sale e acqua pulita (non quella dell’ammollo), frullare fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea, se risultasse troppo densa aggiungere un cucchiaio o due d’acqua.


Procedimento per la spirale:

NB: procuratevi delle verdure biologiche in modo da poter utilizzare anche la buccia, diversamente dovrete pelarle e perderete un po’ del colore.

Mentre preparate le verdure accendete il forno e preriscaldatelo a 180° C.

Lavate molto bene le verdure, in modo che non ci sia necessità di levare la buccia (magari utilizzando del bicarbonato), e con un pelapatate tagliatele molto sottili e facendo in modo che si veda una parte della buccia.

Prendete una pirofila rotonda, ungetela con olio o utilizzate un foglio di carta da forno, stendete la pasta che avrete ripreso dal frigorifero e aiutandovi con un matterello e ricordatevi di forarla bene con una forchetta, ricoprite la pirofila con la pasta; al suo interno spalmate due o più cucchiai di crème fraîche vegan, un cucchiaino di senape di Dijon, sale e pepe.

Ora, cominciando con una strisciolina di carota, iniziate ad arrotolare tutte le verdure, quando il rotolino avrà raggiungo un diametro di un paio di centimetri sistematelo al centro della pirofila e continuate a montare la spirale di verdure.

Quando avrete riempito tutta la pirofila, condite con un filo d’olio evo, il timo e un pizzico di sale, infornate per 35-40 minuti o fino a quando la pasta non sarà ben cotta.

(Visited 30 times, 1 visits today)
Precedente
Torta salata al grana e basilico
Successivo
Insalata di mango, rughetta e senape Ancienne.
Precedente
Torta salata al grana e basilico
Successivo
Insalata di mango, rughetta e senape Ancienne.