0 0
Ciambellone “bundt” al cioccolato

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Salva questa ricetta

Effettua il login o registrati per aggiungere questa ricetta alle preferite.

Ciambellone “bundt” al cioccolato

ricetta modificata dai blog Cucinavistamare.it e Cucina Italiana

Nazionalità:

Buonissima al naturale,
ottima con un gelato
o panna semi-montata e senza zucchero
o come in fotografia con la glassa morbida.

  • Facile

Indicazioni

Condividi
Stampo da Bundt.

Ingredienti per 8 persone

  • 250g di farina “0”
  • 100g di cacao amaro
  • 300g di zucchero di canna integrale Demerara
  • 160g di burro
  • 6 uova a temperatura ambiente
  • 100g di cioccolato fondente (55-60%)
  • 250g di ricotta
  • 30ml di caffè della moka
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale

 

Preparazione

Preriscaldare il forno a 180°.

Setacciare il cacao con la farina, il lievito e il sale.

Sciogliere il burro con il cioccolato fondente a bagnomaria e tenerlo da parte.

Passare la ricotta ed il caffè al Monipimer finché il composto non è perfettamente liscio e tenere da parte.

Montare le uova con lo zucchero con le fruste elettriche o la planetaria fino a che non saranno gonfie, chiare e e spumose. Abbassare la velocità al minimo ed agiungere il cioccolato fuso con il burro, la ricotta/caffè e le polveri gradatamente.. Se l’impasto risultasse troppo duro aggiungere un cucchiaio o due di acqua.

Trasferire il composto all’interno dello stampo antiaderente per bundt  oliato con un pennello e cuocere in forno per 60′ minuti. Fare comunque la “prova stecchino” per controllare la cottura.

Far raffreddare nello stampo per 10′ minuti, poi sformare e far raffreddare totalmente il bundt su una gratella.

Cospargere con lo zucchero a velo o con la glassa al cioccolato prima di servire.


Glassa al cioccolato per Bundt Cake 1 (con cacao)

  • 90g+90g di latte
  • 40 gr di cacao
  • 90 gr di zucchero
  • 30 gr di amido di riso
  • 50ml di acqua
  • 25g di zucchero

Sciogliere l’amido in metà del latte freddo.

A secco mischiare il cacao setacciato e lo zucchero e sciogliere tutto nell’altra metà del latte a temperatura ambiente e mescolare .

Unire i 2 composti e scaldare sul fuoco facendo addensare girando come per la cioccolata da bere ma molto più densa.

In un altro pentolino fare uno sciroppo mescolando i 50ml di acqua con i 25g di zucchero scaldandoli sul fuoco, farlo raffreddare ed unirlo alla crema di cioccolato per ottenere un composto fluido ma denso.

Versare sul dolce.

Sciogliere in un pentolino dal fondo spesso il cioccolato a pezzetti,  il burro cubettato ed il miele.

Lasciate raffreddare leggermente e versare sul Bundt.


La vera storia (e la vera ricetta) del bundt

Uno stampo presente ormai nelle case di oltre 70 milioni di americani, portato alla fama da Bake-Off nel 1966 che lo consacrò al successo per la Tunnel Fudge Cake.


La storia del bundt è un tipico sogno americano del Novecento, di quelli che cominciano con un’intuizione e finiscono in TV, con milioni di pezzi venduti.
Tutto comincia negli anni Cinquanta, quando due membri dell’associazione ebraico-americana commissionarono ad un ingegnere la realizzazione di uno stampo leggero ed economico simile nella forma a quello tradizionale del Kugelhupf europeo, fatto di ceramica smaltata, molto diffuso nell’impero austro-ungarico. Il dolce che vi si cuoceva, simile nella forma ad una ciambella, deriva dal kugel ebraico, letteralmente “palla”.
Così David Dalquist, l’inventore, realizzò uno stampo per ciambelle in alluminio pressofuso, prendendo il nome in prestito dal tedesco: Bund Cake.

Il termine “Bund” significa ‘comunità’ e la “t” finale fu aggiunta per poter registrare il marchio: insieme al fratello Mark, Dalquist fondò in Minnesota un’azienda che produceva questi stampi, che chiamò Nordic Ware. Non fu un successo, tutt’altro. L’azienda vendette qualche stampo – per 4$ ciascuno – ai membri della comunità ebraica, ma fuori da lì il prodotto non riscontrò l’interesse sperato, tanto che la società rischiò di fallire.
Fino al 1966, quando Ella Elfrich, casalinga, si aggiudicò il secondo posto nella competizione Bake-Off  con la sua meravigliosa Tunnel of Fudge Cake, realizzata in uno stampo da Bundt. L’eco fu tale che la vera vincitrice fu subito dimenticata, ma la Nordic Ware ricevette ordini per oltre 200mila stampi, tanto da surclassare lo stampo Jell-O in stagno, fino a quel momento il più venduto nelle case americane. Quando David Dalquist morì nel 2005, più di 50milioni di stampi da Bundt cake erano stati venduti negli Stati Uniti e la ricetta era diventata un classico contemporaneo.

Lo stampo da bundt si presta a qualunque impasto dolce o salato, di solito un composto di uova, burro e farina, ma anche impasti senza glutine o senza lattosio staranno perfettamente comodi in queste forme. Ecco perché si presta ad essere usato per mille varianti ed è diventato il protagonista di un libro “Bundt Cakes – Le antiche ciambelle” di Monica Zacchia con 48 ricette (molte delle quali italiane tra cui una “frittata di pasta”).

Naturalmente la prima ricetta era il

Tunnel Fudge Cake
la ricetta


Gli ingredienti tradiscono l’età di questa torta: – annota l’autrice Monica Zacchia – la quantità notevole di burro e di zucchero è un retaggio del passato. Per questa torta la sua inventrice aveva una raccomandazione speciale, uno di quei consigli che si cercano dalle nonne o dalle zie esperte ma che raramente si riescono a carpire: “Bisogna mettere le noci esattamente come la ricetta richiede, altrimenti il cioccolato all’interno non si fonderà come in un fudge”. Ed è vero.

Ingredienti per la torta
350
g di zucchero
390g di burro morbido
6 uova bio
280g di zucchero a velo
300g di farina
100g di cacao amaro
250g di noci tritate

Per la glassa
30 g di cacao amaro
90 g di zucchero a velo
4 o 5 cucchiai di latte intero

 

Per preparare la torta

  1. Preriscaldate il forno a 180°C.
  2. Lavorate in una grande ciotola lo zucchero con il burro morbido, sbattete con le fruste elettriche fino a che diventerà morbido.
  3. Aggiungete un uovo alla volta, lavorando bene con le fruste a bassa velocità, poi gradualmente lo zucchero a velo, mescolando con cura.
  4. A parte setacciate la farina e il cacao e aggiungeteli nella ciotola dell’impasto aiutandovi con una spatola; unite poi le noci tritate.
  5. Distribuite con un cucchiaio l’impasto nello stampo unto con lo staccante spray o con burro e farina.
  6. Cuocete in forno per circa 50′ minuti o fino a quando la supeficie della torta sarà stabile e il contorno dell’impasto inizierà a staccarsi dallo stampo. 
  7. Lasciate raffreddare la torta almeno per 3 ore prima di rovesciarla sul piatto da portata.

Per preparare la glassa

  1. Mescolate tutti gli ingredienti in una ciotola aiutandovi con una frusta a mano.
  2. Posizionate la torta su una gratella e ricoprite con la glassa.
  3. nservatela coperta: anche in frigorifero, dove diventa ancora più deliziosa.

 da La Cucina Italiana

(Visited 2 times, 1 visits today)
Precedente
Salsa genovese
Successivo
Plumcake al limone di Graziano
Precedente
Salsa genovese
Successivo
Plumcake al limone di Graziano