0 0
Psarosoupa

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Salva questa ricetta

Effettua il login o registrati per aggiungere questa ricetta alle preferite.

Psarosoupa

Nazionalità:
  • Media

Indicazioni

Condividi

Nasce da un piatto povero della cucina greca: originariamente i marinai di ritorno dalle battute di pesca,una volta in porto dopo aver venduto il pesce migliore usavano portare a casa “gli avanzi” poco pregiati che poi venivano cotti con acqua di mare e poche altre cose.
Nasce così questa zuppa…
Oggi si usano pesci più pregiati , ma trovo che anche con pesce “povero” il gusto cambia poco.
Io ho usato della gallinella sfilettata e dalla ricetta originale sono state apportato piccole variazioni.
Zuppa buonissima tiepida ma anche fredda nella stagione calda, con pochi ingredienti un piatto da replicare!

 

Ingredienti

  • 800 gr di filetti di gallinella (o altro pesce)
  • 8 patate tagliate a spicchi
  • 1 cipolla di tropea (tagliata e messa in acqua ghiacciata per 1 oretta il gusto riusulerà meno preponderante)
  • 1 limone
  • brodetto leggero di pesce (fatelo con i ritagli del pesce usato per la ricetta)
  • origano fresco e origano secco
  • olio extra

Per le bucce caramellate 

  • buccia di 2/3 limoni non trattati (farle scottare in acqua più volte per togliere l’amaro)
  • succo di limone
  • zucchero

 

Procedimento

Stessa quantità di zucchero e di succo di limone, sciogliere lo zucchero sul fuoco dolce, quando lo sciroppo avrà raggiunto la giusta densità aggiungere le scorzette di limone. Una volta pronte risulteranno quasi trasparenti,si possono tenere nello sciroppo per più mesi chiusi in un contenitore che terrete in frigo.


Tagliate le patate a spicchi, togliete le cipolle dall’acqua ghiacciata. In una padella versate il brodetto di pesce bollente aggiungete le cipolle e le patate 2/3 cucchiai di olio,fate cuocere fino a quando le papate risulteranno morbide nn fatele cuocere troppo mi raccomando. A questo punto spegnete il fuoco e adagiate i filetti di pesce sopra le patate e le cipolle coprite e lasciate che il calore cuocia i filetti.


Mettete nei piatti e fate ridurre il fondo aggiungendo il succo di 1 limone,versate sopra il pesce spolverate con un pò di origano secco e qualche foglia di quello fresco,adagiate sopra ogni porzione i filetti di limone candito versate un pò di brodo in ogni piatto.


Procedimento per caramellare il limone

Stessa quantità di zucchero e di succo di limone, sciogliere lo zucchero sul fuoco dolce, quando lo sciroppo avrà raggiunto la giusta densità aggiungere le scorzette di limone. Una volta pronte risulteranno quasi trasparenti,si possono tenere nello sciroppo per più mesi chiusi in un contenitore che terrete in frigo.


LA RICETTA ORIGINALE PREVEDE CHE IL PESCE VENGA COTTO INSIEME ALLE PATATE ED ALLE CIPOLLE, MA UNA COTTURA COSì PROLUNGATA SPESSO ROVINA LA CARNE DEL PESCE, QUINDI CON L’USO DEL FUMETTO SI HA UNA VALIDA ALTERNATIVA PER TRASMETTERE IL GUSTO DEL PESCE SIA ALLE PATATE SIA ALLE CIPOLLE LASCIANDO I FILETTI DEL PESCE MORBIDI E DELICATI.
INOLTRE L’USO DELLE BUCCE CARAMELLATE DEL LIMONE DANNO UNA GIUSTA ACIDITA’ ED UN TOCCO DI DOLCEZZA A TUTTA LA PREPARAZIONE.

(Visited 50 times, 1 visits today)
Precedente
Torta al miele
Successivo
Pesche dolci
Precedente
Torta al miele
Successivo
Pesche dolci