0 0
Pan carré al cacao

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Salva questa ricetta

Effettua il login o registrati per aggiungere questa ricetta alle preferite.

Pan carré al cacao

  • Media

Indicazioni

Condividi

Ingredienti

  • 300 g farina Manitoba
  • 300 g farina 0
  • 150 g acqua
  • 150 g latte
  • 80 g zucchero di canna
  • 60 g cacao amaro
  • 50 g burro
  • 10 g sale
  • 1/2 cubetto lievito fresco

 

Procedimento:

Se usate una macchina del pane e vi va bene la forma Gran Parallelepipedo tipica di qualsiasi modello in commercio:

  • Programma: Rapid o Programma: Base
  • Crosta: Chiara 
  • Tempo: 2h30m

Importante Verrebbe molto meglio se invece usaste la MdP (macchina del pane) solo per impastare e poi lo formaste voi.

 

Qui di seguito le indicazioni:


Usare il programma Impasto – Dough…

Riassumendo ed  allungando le indicazioni di ogni mdp:

  1. Nel cestello mettere il liquido (latte+aqua) tiepido ad un massimo di 37°, meno 50g di acqua+latte in cui metterete il burro per sciogliersi col calore residuo che dovrà essere messo ne cestello per penultimo

  2. Poi inserite nel cestello il lievito sbriciolato il dolcificante usato e girare per farlo sciogliere.

  3. Ora versate tutte insieme le farine, non c’è bisogno di setacciarle basterà metterle in una grossa ciotola e con una frusta movimentarle.

  4. Aggiungere anche il cacao che però deve essere assolutamente passato in un passino perché facilmente ha grumi.

  5. Sopra le polveri versare il burro sciolto nel liquido e per ultimo il sale.

  6. Avviate la macchina con il programma impasto-dought che dovrebbe durare intorno all’ora mezza.

  7. Passato questo tempo l’impasto andrà lavorato manualmente sul piano di lavoro come detto di seguito.

  8. Dopo aver messo l’impasto sul piano di lavoro sgonfiatelo e rilavoratelo per un 2 minuti e formatelo secondo le vostre esigenze.

IMPORTANTE Dopo la formatura si deve fare la seconda lievitazione che durerà 30’ minuti.
E’ consigliabile usare già la teglia di cottura (a bordi bassi – mi raccomando – o se proprio l’avete “la pietra refrattaria” o al limite una teglia microforata) per non dover spostare manualmente i pani che proprio grazie a questa 2a lievitazione saranno bellissimi (unico problema è se li avete messi troppo vicini e quindi si saranno).

 

Il procedimento appena descritto è valido (+ o –, o con qualche modifica ove necessaria) per tutti i pani.
I tempi e le temperature di cottura dipendono dalla grandezza (pani o panini) dagli ingredienti liquidi acqua o yogurt o passati di verdura…), dagli altri ingredienti (cipolla cotta o disidratata o semi…)

 

In questo specifico caso dopo la Prima Lievitazione sopradescritta:


  1. Fate un rettangolo 30x50cm allo spessore di circa 2cm.
  2. Dividete a metà del lato lungo (avrete quindi 2 rettangoli 25x30cm).
  3. Arrotolate entrambi partendo dalla base (25cm) per il lato lungo (30cm) senza serrare o schiacciare troppo*.
  4. Posizionate i due “rulli” centrati in lunghezza in due stampi da plumcake da 26cm o da 28cm** oliati con un pennello da cucina.
  5. Cucere a 200° per 45′ minuti dopo aver fatto il colpo di vapore, appena sfornati sformateli e sdraiateli su un fianco per 20′ minuti e poi sull’atro per 10′ minuti ancora.

*basta solo che non ci sia aria tra un giro e altro e che comunque l’impasto si senta libero di crescere sia nella seconda lievitazione sia in cottura).

 ** la larghezza invece deve essere uguale e + o – quella indicata, non è importante invece la lunghezza, basta che minimo sia 26cmm… per il resto dello spazio ci oenserà lui – il pane in cottura – ad occuparlo se gli serve o a lasciarlo vuoto.

(Visited 26 times, 1 visits today)
Precedente
Ciambella alle ciliegie
Successivo
Colpo di vapore
Precedente
Ciambella alle ciliegie
Successivo
Colpo di vapore