0 0
Ciambelle lievitate di Giorgio

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Salva questa ricetta

Effettua il login o registrati per aggiungere questa ricetta alle preferite.

Ciambelle lievitate di Giorgio

con farina di castagne

  • Media

Indicazioni

Condividi

Ingredienti

12 ore prima mescolare:

  • 2g di lievito di birra
  • 100g di farina 0
  • 65cc di acqua

Mescolare l’impasto lievitato con:

  • 400g di farina 0
  • 100g di farina di castagne
  • 50g di uvette
  • 1/2 bicchiere di olio di arachidi
  • 1 bicchiere di vino bianco aromatico
  • 3/4 di bicchiere di zucchero di canna
  • 1 bicchierino di Rum
  • un po’ di semi di finocchio o di anice
  • 10g di sale

 

Procedimento

Se usate l’uvetta mettetela ammollo con acqua tiepida.


In una grande ciotola mettere l’impastino delle 12 ore ed aggiungere le 2 farine, l’uvetta ben sciacquata e strizzata, i semi scelti ed il sale; se l’impasto lo richiede perché troppo colloso aggiungete al massimo altri 100g di farina 0 ed impastate nella ciotola finché non attacca più alle mani (attenzione a non fare un impasto troppo duro).


Raccogliete l’impasto in una palla, mettete un coperchio sulla ciotola e far lievitare per 2 o 3 ore.


Passato questo tempo l’impasto avrà raddoppiato il suo volume, rimpastatelo per sgonfiarlo ed amalgamarlo e fare le ciambelle in uno dei due modi seguenti:

a. Fare dei salsicciotti del diametro di 2 cm tagliandoli in segmenti da 10 cm, poi unire ognuno ad anello sovrapponendo un poco le estremità.

b. Fate delle palline di 4 cm di diametro, infilate in ognuna il dito indice fino a trapassarle ora sollevate il dito con la pasta infilata come un anello e roteate il dito veloce (come per gioco “schiaffo del soldato”) per 10 secondi.


Mettetele in una teglia foderata con carta da forno distanti un paio di centimetri, spennellatele con acqua sbattuta con uovo e infornatele nel forno non ventilato per 30’/40′ minuti (il tempo dipende dal forno e dalla grandezza delle ciambelle) alla temperatura di 180°.


Una volta sfornate rivoltatele per farle raffreddare in modo da eliminare l’umidità nella parte sottostante.


Nota: se fatte più piccole accompagnate con un la punta di un cucchiaino di marmellata soda d’arance al centro saranno perfette come fingerfood dolce.

(Visited 76 times, 1 visits today)
Precedente
Cake speziato al vino rosso
Successivo
Buslanein
Precedente
Cake speziato al vino rosso
Successivo
Buslanein