0 0
Canederli o Knödel

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Salva questa ricetta

Effettua il login o registrati per aggiungere questa ricetta alle preferite.

Canederli o Knödel

3 ricette del grande esperto di cucina Sergio Salomoni

Caratteristiche:
    Nazionalità:

    La loro regione principe è
    il Trentino Alto Adige
    ma sono diffusi anche
    in Friuli Venezia Giulia
    ed altre regioni dell'alta Italia.

    • Media

    Indicazioni

    Condividi

    Canederli allo Speck

    Ingredienti:

    • pane bianco raffermo 500 g
    • latte 3 bicchieri
    • burro 30 g
    • una cipolla tritata
    • speck 200 g
    • polpa di vitello macinata 200 g
    • uova num. 3 (piccole)
    • farina bianca 80 g
    • grana trentino grattugiato 50 g
    • prezzemolo o erba cipollina
    • sale
    • pepe
    • brodo

    Per condire:

    • burro abbondante
    • salvia
    • grana trentino grattugiato

    Preparazione

    Ammollare il pane, tagliato a dadini e privato della crosta, nel latte intiepidito.


    In una padella far sciogliere il burro e farvi ammorbidire la cipolla tritata, senza che prenda colore; unirvi quindi lo speck tagliato a dadini e la carne trita e far rapidamente rosolare.


    Far raffreddare. In una grande zuppiera unire: il pane strizzato, lo speck e il vitello con il proprio intingolo, la farina, il grana grattugiato, sale e pepe.


    Mescolare bene quindi unire le uova intere, una alla volta. Il risultato deve essere abbastanza consistente; se occorre unire altra farina (poca). Formare, con le mani bagnate, delle palle di circa 5 cm di diametro e farle cuocere nel brodo bollente.


    Scolare i canederli con il mestolo forato e condirli con burro fuso alla salvia e grana trentino.


    Canederli agli Spinaci

    Ingredienti:

    • pane bianco raffermo 500 g
    • spinaci lavati 1 kg
    • burro 30 g
    • farina bianca 60 g
    • uova num. 3 (piccole)
    • latte 3 bicchieri
    • pane grattato fatto in casa
    • noce moscata
    • aglio
    • cipolla
    • sale
    • pepe

    Per condire:

    • burro fuso abbondante
    • grana trentino grattugiato

    Preparazione

    Ammollare il pane, tagliato a dadini e privato della crosta, nel latte intiepidito.


    Cuocere per 5 minuti gli spinaci, lavati, nella sola acqua dell’ultimo risciacquo, scolarli e tritarli con la mezzaluna.


    In una padella far sciogliere il burro e rosolarvi una mezza cipolla tritata assieme ad uno spicchio d’aglio, aggiungere gli spinaci, regolare il sale e far insaporire per qualche istante. In una grande zuppiera unire: il pane strizzato, gli spinaci raffreddati, la farina, due cucchiai di pane grattato, sale, pepe e noce moscata.


    Mescolare bene quindi unire le uova intere, una alla volta. Il risultato deve essere abbastanza consistente; se occorre unire altro pane grattugiato.


    Formare, con le mani bagnate, delle palle di circa 5 cm di diametro.


    Portare all’ebollizione abbondante acqua leggermente salata, al bollore immergervi i canederli e cuocerli per circa 15 minuti.


    Scolarli con il mestolo forato, disporli nei piatti e servirli con abbondante burro fuso e grana trentino.


    Canederli ai Funghi porcini

    Ingredienti:

    • pane bianco raffermo 500 g
    • funghi porcini freschi, puliti e affettati 500 g (oppure 50 g di porcini secchi, fatti rinvenire in acqua tiepida e strizzati)
    • 1 cipolla piccola, tritata
    • 1 spicchio d’aglio, tritato
    • latte 3 bicchieri
    • uova num. 3 (piccole)
    • farina bianca 80 g
    • burro 50 g
    • un cucchiaio di prezzemolo tritato
    • sale e pepe

    Per condire:

    • burro
    • grana trentino grattugiato

    Preparazione

    Ammollare il pane, tagliato a dadini e privato della crosta, nel latte intiepidito.


    In una padella far sciogliere il burro e farvi ammorbidire la cipolla e l’aglio tritati, senza che prendano colore; unirvi quindi i funghi e farli rosolare per cinque minuti; far raffreddare e tritarli con la mezzaluna.


    In una grande zuppiera unire: il pane strizzato, i funghi con il proprio intingolo, il prezzemolo, la farina, sale e pepe.


    Mescolare bene quindi unire le uova intere, una alla volta. Il risultato deve essere abbastanza consistente; se occorre unire altra farina (poca).


    Formare, con le mani bagnate, delle palle di circa 5 cm di diametro e farle cuocere in acqua bollente leggermente salata per circa 15 minuti.


    Scolare i canederli con il mestolo forato e condirli con burro fuso e grana trentino (si può unire al burro uno spicchio d’aglio).


    Nota finale: i canederli si gustano anche in brodo, un buon brodo di carne. Si confezionano un po’ più piccoli, si cuociono nel brodo e si servono in scodelle, spolverandoli con poca erba cipollina tritata e servendo a parte grana trentino.

    (Visited 171 times, 1 visits today)
    Precedente
    Scaccia modicana alle melanzane
    Successivo
    Focaccine al latte di soia
    Precedente
    Scaccia modicana alle melanzane
    Successivo
    Focaccine al latte di soia