0 0
Torta al Whisky

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Salva questa ricetta

Effettua il login o registrati per aggiungere questa ricetta alle preferite.

Torta al Whisky

senza farina

Caratteristiche:
  • Senza glutine
  • Media

Indicazioni

Condividi

Ingredienti: 

  • 300g di mandorle
  • 60g di fecola di patate o amido di mais
  • 300g di cioccolato fondente (non oltre il 70%)
  • 200g di zucchero di canna
  • 6 uova
  • 60g di burro
  • vaniglia vera
  • 100cc di Whisky
  • 1 bustina di lievito per torte salate o biologico
  • 1/2 cucchiaino di sale

per decorare

  • zucchero a velo

 

Procedimento:

Tenere le uova a temperatura ambiente per almeno ½ ora e per lo stesso tempo mettere il cioccolato in frigorifero.
Montare le uova con metà dello zucchero e il pizzico di sale (devono triplicare il loro volume, diventeranno gonfie, sode e giallino chiarissimo).


Tostare le mandorle in un padellina a secco per un paio di minuti, spegnere il fuoco e lasciatele raffreddare; in un robot aggiungete 20 grammi dei 100 rimanenti di zucchero e tritatele finemente ma non deve essere una farina, deve essere più grossolana; dopodiché unite il cioccolato frullate riducendolo ad una granella grossolana.
Sempre nel robot (senza lavarlo) unite il burro fuso, la ricotta e il whisky e fatelo andare per un paio di minuti (dovrebbero bastare ad amalgamare i tre ingredienti).


Setacciate la fecola (o amido) con il lievito nella terrina dove sono la granella di cioccolato e il trito di mandorle.
Mischiate in modo che il composto sia omogeneo. Ora unitelo al composto di uova/zucchero mescolando con molta cura e delicatezza, usando una patola dal basso verso l’alto e girando la ciotola dopo ogni spatolata di un quarto di giro (orario o antiorario non importa l’importante è che i bordi siano puliti e che prendiate il composto dappertutto).


Prendete la teglia da 28 cm antiaderente a cerniera precedentemente imburrata, versate il composto livellandolo senza sbattere la teglia sul piano e cuocete nel forno già alla temperatura di 180° per 30’ minuti (il tempo di cottura dipende tantissimo dal forno… controllate senza aprire mai per mezz’ora e poi tiratela fuori e infilzatela al centro con uno stecchino se esce pulito vuole dire che il dolce è pronto altrimenti proseguite per altri 5 minuti – non deve essere secca ma leggerissimamente umida: una volta tirato fuori lo stecchino pulito dal dolce poggiatelo sopra le labbra, sotto il naso: è una parte molto sensibile e si sente se è leggermente umido).


Fate raffreddare ed importantissimo prima di aprire la cerniera della teglia fate un giro tutt’intorno con la spatola in modo che la torta sia tutta ben staccata; ora aprite la cerniera togliete l’anello e sempre con la stessa spatola, infilandola di piatto, aiutatevi a sformarla e spostarla sulla grata del forno rivoltata dove starà per mezz’ora.


Spolverate di zucchero a velo e sempre con la spatola sotto aiutatevi a spostarla sul piatto di portata.


Oppure può essere decorata com nella fotografia principale con aggiunta finale di “scorza” acquistata.


Prima versione (2008): può essere ricoperta di un leggerissimo sarto di crema al cacao che è la stessa usata all’interno (Attenzione: per la torta decorata in fotografia, sono state fatte 2 torte quindi in totale è  una doppia dose ed è stato evitato il taglio).

 

(Visited 219 times, 1 visits today)
Precedente
Cetrioli e menta
Successivo
Plumcakini allo yogurt
Precedente
Cetrioli e menta
Successivo
Plumcakini allo yogurt