0 0
Rustici “matti” di scarola

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Salva questa ricetta

Effettua il login o registrati per aggiungere questa ricetta alle preferite.

Rustici “matti” di scarola

con "pasta matta" dell'artusi

Caratteristiche:
  • Light
  • Piccante
  • Vegana
  • Vegetariana

"Matti" non perché
strani nel gusto
ma solo per la
"pasta matta"
di Pellegrino Artusi.

  • Media

Indicazioni

Condividi

Ingredienti per la “pasta matta” dell’Artusi:

  • 200g di farina 0
  • 100ml circa di acqua tiepida
  • sale
  • 3 cucchiai rasi di olio extravergine d’oliva (aggiunta perché sia più fragrante)
  • 1 pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno:

  • 1 cespo di scarola
  • 50 g di olive denocciolate di Gaeta
  • 1 manciata di pinoli
  • uvetta
  • 1 spicchio d’aglio
  • peperoncino frantumato
  • olio extavergine d’oliva
  • acqua q.b.
  • sale q.b.

Ingredienti per l’emulsione:

  • 100ml di acqua (mezzo bicchiere grande)
  • 15g di zucchero (un cucchiaino raso)

 

 

Procedimento

Per il ripieno: fare un soffritto aglio/olio/peperoncino a fuoco vivace poi alzate il fuoco ed aggiungete la scarola precedentemente lessata al dente in acqua salata e aggiungetene mezzo bicchiere nella padella con i pinoli e le olive, abbassare il fuoco e far andare ancora un paio di minuti circa.
Salare, girare e spegnere.


Stendere la pasta con la macchinetta “Nonna Papera” ad uno spessore di circa 3mm larga 12cm e lunga quanto vi riesce.


Su una striscia fate dei mucchietti di ripieno 2 sul lato corto per tutta la lunghezza della pasta con distanza di 3cm dal bordo e 6 cm uno dall’altro e con un pennello inumidite con l’emulsione la pasta libera.


Prendete un’altra striscia della stessa misura sovrapponetela, eliminate l’aria in eccesso e saldate le due strisce di pasta.


Con il pennello passate su tutta la superficie di pasta l’emulsione che avrete semplicemente fatto mettendo nell’acqua lo zucchero e girandolo finché non si sarà sciolto.


Con un rotella taglia-pizza tagliate nel mezzo la parta lunga e poi tanti tagli nel verso perpendicolare quanti sono i mucchietti di verdura/ripieno.
Devono risultare dei rustici/ravioli 6×6 che sigillerete tutt’intorno con i rebbi di una forchetta.


Posizionateli su di un foglio di carta forno e cuoceteli in forno già a temperatura: 180° gradi per 15/20′ minuti.


Idea: si possono fare anche 4 maxi-ravioli 12×12 cuocendoli in forno già a  180° gradi per 25/30′ minuti.
Come si possono fare più piccoli (4x4cm: 3 x tutta la lunghezza della pasta) più adatti come Finger food, ma in quel caso la cottura sarà di 180° gradi per 10/13′ minuti.

(Visited 69 times, 2 visits today)
Precedente
Pasta piccante di melanzane e menta
Successivo
Biscotto napoletano alle amarene
Precedente
Pasta piccante di melanzane e menta
Successivo
Biscotto napoletano alle amarene