0 0
Gnocchi alla sorrentina

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Salva questa ricetta

Effettua il login o registrati per aggiungere questa ricetta alle preferite.

Gnocchi alla sorrentina

con la burrata campana

Caratteristiche:

    Un piatto tradizionale
    della Campania
    diffusissimo in tutta Italia.

    • Facile

    Indicazioni

    Condividi

    Ingredienti per 4 persone

    Per gli gnocchi:

    • 800g di patate farinose
    • 250g di farina
    • 40g di parmigiano grattugiato
    • 1 uovo*
    • sale q.b.
    • pepe q.b.
    • noce moscata q.b.

     * Per intolleranti alle uova si può anche omettere.

     

    Per il condimento:

    • 1,2 kg di pomodori a grappolo
    • 6 foglie di basilico
    • 250g di mozzarella del giorno prima*
    • sale fino q.b.
    • olio extravergine d’oliva q.b.

    * Può essere di bufala o addirittura burrata purché siano rigorosamente di un giorno prima (al max 2) sia per ottimizzare il consumo ma soprattutto perché risulta più asciutta.

    Procedimento

    Prendete i pomodori e lavateli bene. Praticate un piccolo taglio su ognuno di loro e sbollentateli per 3 minuti.
    Scolateli, lasciateli raffreddare ed eliminate la pelle, tagliateli a cubetti (potete anche tagliarli grossolanamente e metterli in un robot dandogli dei colpetti di accensione – “pulse” – per un paio di volte) e rimetteteli a scolare nel colino.


    In una padella fate rosolare la cipolla tagliata a dadini. Aggiungete lo spicchio d’aglio con la buccia ma tagliato a metà nel senso lungo in modo che possiate togliere l’anima verde, e fatelo dorare dalla parte del taglio.


    Ora aggiungete i pomodori schiacciati nel colino con il dorso di un cucchiaio in modo che si elimini tutta l’acqua di vegetazione, un pizzico di sale e lasciate consumare per circa 10 minuti. Se volete togliete lo spicchio d’aglio, e la sua buccia che si sarà staccata con il calore, passate la salsa ottenuta nel mixer o meglio in maniera più pratica con il frullatore ad immersione direttamente in pentola.


    Tagliate la mozzarella a dadini non troppo piccoli e mettetela da parte in una ciotolina foderata con carta da cucina per raccoglier eventuale siero.


    Mettete una pentola sul fuoco e portate a ebollizione l’acqua con un po’ di sale grosso. Fate cuocere gli gnocchi per pochi minuti, li dovete scolare quando tornano tutti a galla (ci vorranno circa 3-5 minuti).


    Scolateli e conditeli con la passata che avete preparato prima. Aggiungete qualche foglia di basilico fresco, il parmigiano a scaglie e la mozzarella.


    Se volete potete passarli al forno:
    Mettete gli gnocchi in un coccio di terracotta, oppure 4 cocotte individuali insieme alla mozzarella/burrata tagliata a pezzetti, cospargete con parmigiano grattugiato ed infornate a 180° per 5 minuti con il grill al massimo in modo che la superficie risulti gratinata.


    Preparazione degli gnocchi:

    1. Lessate le patate con la buccia a partire da acqua fredda
    2. Appena cotte scolatele, spellatele, schiacciatele e fatele intiepidire.
    3. Amalgamate alle patate tutti gli altri ingredienti previsti ed impastate, dapprima “in ciotola poi una volta amalgamato rovesciate il tutto sul piano di lavoro e continuate ad impastare aiutandovi inizialmente con il tarocco.
    4. Preparate un panetto e poi i classici cordoncini da cui tagliare gli gnocchi.
    5. Rigate gli gnocchi con una forchetta o con l’apposito riga-gnocchi, e lessateli e conditeli nella padella col sugo.

    Per la buona riuscita degli gnocchi è importante che:
    – le patate siano vecchie o del tipo farinoso (meglio a buccia rossa);

    – che vengano lessate con la buccia e non tenute nell’acqua (meglio ancora se cotte al vapore) dopo la cottura;
    – la quantità di farina non deve superare la quantità di 1/3 del peso delle patate, altrimenti gli gnocchi vengono troppo duri e inizia a percepirsi il sapore della farina.


    (Visited 51 times, 1 visits today)
    Precedente
    Torta delle bimbe al cacao
    Successivo
    Pan di ramerino
    Precedente
    Torta delle bimbe al cacao
    Successivo
    Pan di ramerino